27/12/05 - Riciclo imballaggi natalizi: Stand in Piazza

Ancora un’iniziativa da parte del Comune per educare le persone al riciclaggio dei rifiuti dopo la campagna per il riciclo dei cosiddetti rifiuti "grigi" promossa lo scorso luglio.
LuigiFalco_20051109215825.jpg Martedì 27 dicembre, dalle ore 10 alle 14, sarà montato uno stand in Piazza Cesare Battisti (Municipio), il quale provvederà a raccogliere carta e cartone, due tipologie di rifiuti molto comuni soprattutto durante le festività natalizie. Una campagna di sensibilizzazione per famiglie, studenti, cittadini verso la raccolta differenziata di scatole, imballaggi dei panettoni, fogli di carta colorata, giornali e quant’altro viene messo sotto l’albero.Lo stand ritornerà in piazza a Caivano l’8 gennaio, a coloro i quali consegneranno i rifiuti riciclabili sarà offerto un simpatico omaggio. L’incasso della vendita dei rifiuti alle ditte che lo ricicleranno sarà devoluto alla Caritas Diocesana di Napoli e all’Amref Italia per sostenere i progetti umanitari in Africa. L’iniziativa si avvale della collaborazione dell’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Napoli, di Legambiente Campania, dell’associazione “Caivano Pulita” di Andrea Mennillo e della società mista Igi.Ca, una spa specializzata nel settore ambientale la cui maggioranza è detenuta dal Comune di Caivano. L’assessore Luigi Falco ha ringraziato la sua collega della Provincia Giuliana Di Fiore, il dottor Domenico Avallone dell’Igica, l’associazione “Caivano Pulita” e tutti coloro che sostengono la manifestazione e contribuiranno alla riuscita della stessa.

* In foto: l’assessore comunale all’ambiente Luigi Falco

20/12/05 - Ristrutturata la scuola "Rodari" di Pascarola

A distanza di poche settimane dalla scuola elementare di via Lanna, un altro istituto viene inaugurato sul territorio di Caivano.
Stamane gli amministratori locali hanno consegnato alla città la storica scuola per l’infanzia “Gianni Rodari”, situata a Via Marzano, nella frazione di Pascarola.
Oggetto di una ristrutturazione completa, secondo le nuove norme di sicurezza europee, al pian terreno l’edificio ha cinque aule per ospitare i bambini mentre al primo piano, anch’esso ora rinnovato, saranno dislocati alcuni uffici comunali a servizio della frazione che conta circa tremila abitanti.br>Entro breve giungeranno anche i nuovi arredi e le suppellettili per offrire ai bambini una scuola moderna in tutto e per tutto

15/12/05 - Convegno su comunicazione e linguaggio informatico

Presso la Biblioteca Comunale di Caivano si è tenuto un interessante incontro che ha avuto come tema centrale “Il rapporto tra genitori e figli nell’era della comunicazione”.
comling_20051215020214.jpgLa necessità di porre l’accento su questo delicato argomento nasce dalla consapevolezza sempre maggiore di vivere in una società schiava della tecnologia, in cui la comunicazione è costantemente monopolizzata dalla multimedialità. “Da una recente statistica si è, infatti, evinto – ha spiegato il dottor Daniele, psicologo e direttore del centro di Medicina Olistica Antropos - che una famiglia su due possiede personal computer, playstation, telefonino e fa uso costante di internet, posta elettronica ed sms. L’utilizzo eccessivo di questi linguaggi multimediali da parte dei componenti di una famiglia genera forti interferenze relazionali che si traducono spesso in una marcata chiusura comunicativa”.
Genitori e figli, dunque, comunicano poco e male; qualche sintetica notizia via sms e poi, una volta a casa, dritti davanti alla Tv o alla playstation, chiusi in una sorta di “solitudine multimediale”. E’ proprio per far fronte a questa realtà sempre più diffusa che l’amministrazione comunale ha deciso di organizzare questo seminario. “Un incontro – spiega il dottor Rino Riccardi, responsabile Cultura del Comune – che vuole essere piuttosto un sasso nello stagno, una sorta di provocazione per le istituzioni e le professionalità competenti al fine di attivare un vero e proprio progetto che analizzi la questione attraverso cicli di incontri per genitori e figli”.

Fonte: CasertaNews

17/12/05 - Presentato Nuovo Stemma della Città

Doppia presentazione nella sala consiliare del Comune di Caivano. Alla presenza del sindaco, del presidente del consiglio comunale e di tutti gli amministratori, è stato scoperto il nuovo stemma del Comune, la cui creazione è stata affidata ad una società specializzata.
logo2.gifLa città ha sempre avuto un simbolo ma non è mai stato legalizzato. Così, qualche anno fa, è stato avviato l’iter burocratico per la sua ufficializzazione, conclusosi qualche settimana fa con l’arrivo in Comune del decreto firmato dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

Nell’incontro è stato presentato anche il nuovo statuto del Comune, adeguato al decreto legislativo numero 267 del 2000 ed approvato dal consiglio comunale nel 2004.
Caivano è uno dei pochi comuni ad avere lo statuto in regola.
Lo statuto costituisce l’ordinamento generale della comunità, mirando ad adeguare la struttura del Comune alla realtà sociale.

Saranno promossi incontri anche nelle scuole per far conoscere il nuovo regolamento comunale.

14/12/05 - Convegno al castello sui personaggi illustri

Nella sala al primo piano del Castello di Caivano, nel quadro delle manifestazioni previste nella rassegna “Passaggio a nord-est 2005 - alla ricerca delle nostre radici”, si è svolto un nuovo interessante convegno sul passato di Caivano e dei suoi centri.
convegno_20051228075522.jpgGiovedì 15 dicembre è in programma un incontro, alle ore 18.30, presso la sala esposizioni del Castello Medievale in cui si parlerà di due personaggi che hanno dato lustro alla città di Caivano. L’incontro, organizzato congiuntamente dall’Istituto di Studi Atellani e dal Comune di Caivano, ha focalizzato l’attenzione sui molti argomenti ancora da studiare e sviluppare.Il primo relatore è stato il dottor Francesco Montanaro che, parlando di “Personaggi illustri di Caivano: prospettive di ricerca. Focus su Niccolò Braucci”, ha spiegato con coinvolgimento e foga rimarchevole l’importanza dello studio dei personaggi del passato e di come tante illustri figure di Caivano e della zona siano ancor oggi ingiustamente trascurate e sottovalutate. Ha parlato in particolare di Niccolò Braucci, illustre botanico, geologo e medico, degno collega e contemporaneo del più famoso Domenico Cirillo.
Il secondo relatore dell’incontro è stato Bruno D’Errico che sul tema “Fonti inedite per la storia di Caivano e del suo territorio” con la sua abituale precisione ha relazionato ampiamente sulle molte fonti disponibili e inedite per ulteriori importanti studi sul nostro passato. La seduta è stata moderata dallo storico Giacinto Libertini che ha anche contribuito con interessanti commenti a sottolineare l’importanza degli argomenti esposti. Gli onori di casa sono stati espressi dal Sindaco Domenico Semplice e dall’Assessore alla Cultura Franco Palmiero i quali, a nome di tutta l’Amministrazione, hanno ribadito la concreta volontà di perseguire iniziative che arricchiscano e tutelino la memoria storica delle nostre terre ed ha espresso la gratitudine dell’intera collettività per chi come l’Istituto di Studi Atellani sempre più contribuisce a rafforzare le identità storiche e culturali di Caivano e dei centri vicini.

Fonte: CasertaNews