06/12/05 - Inaugurato edificio scolastico di via Lanna

E’ stato inaugurato il nuovo edificio scolastico di via Lanna, detto anche di via De Gasperi, chiuso da oltre un anno causa lavori di risanamento igienico-sanitario e ristrutturazioni varie.
In pratica il plesso, composta da dodici aule, è stato completamente rinnovato: sono arrivati anche i nuovi arredi scolastici.Alla cerimonia hanno assistito circa duecento persone fra mamme e alunni, questi ultimi hanno letto discorsi e cantato noti brani. Emozionata la direttrice didattica Flora Celiento per cui “si prova una cosa molto forte, dopo 21 anni di insegnamento, vedere l’edificio scolastico rimesso a nuovo, grazie a ciò si elimineranno gli odiosi doppi turni”.

“Chiedo scusa per i disagi subiti da alunni e docenti – ha detto il sindaco Domenico Semplice -, ma in tutti questi anni abbiamo sostenuto sforzi notevoli per l’edilizia scolastica preferendo la politica della ristrutturazione anziché effettuare i soliti interventi tampone. Inoltre, abbiamo realizzato ben quattro scuole ex novo”.

L’Assessore alla Pubblica Istruzione Franco Palmiero ha precisato che l’edilizia scolastica è al primo punto del programma dell’amministrazione comunale, ricordando che è stato impegnato in bilancio anche un milione di euro per acquistare nuovi arredi e suppellettili in tutti gli istituti presenti a Caivano Il Comune ha assicurato che saranno brevissimi i tempi per iniziare la ristrutturazione dell’altro padiglione e della palestra di via Lanna. Infatti, già entro questa settimana si riuniranno i tecnici per vedere il dà farsi. Dovrebbe, infine, svolgersi a breve il taglio del nastro per altre due scuole rimesse a nuovo, la elementare di via Marzano della frazione Pascarola e la “Viviani” del Parco Verde.

02/12/05 - Gita socio-culturale per 300 anziani a Nettuno

Una gita per anziani è stata promossa dal Comune di Caivano nell’ambito delle iniziative riservate alla cosiddetta “terza d’età”, a cui hanno partecipato circa trecento over 65 i quali hanno visitato la casa ed il Santuario di Santa Maria Goretti a Nettuno trascorrendo un’intera giornata all’insegna dello svago e del divertimento.

23/11/05 - Completate le bonifiche dei siti inquinati sul territorio

Il sindaco Domenico Semplice e l’Assessore all’Ambiente Luigi Falco hanno reso noto che sono state quasi tutte completate le bonifiche previste nel protocollo d’intesa Comune-Regione stipulate nell’anno 2000 come opere compensative in cambio della presenza sul territorio di Caivano dell’impianto di Cdr.
A Caivano sono circa cento i siti dove c’era presenza di rifiuti altamente pericolosi per la salute pubblica. Le zone in cui maggiormente si è concentrata l’opera di bonifica sono via S. Arcangelo, ex ricettacolo di spazzatura anche ingombrante, la zona industriale, che da un anno è diventata pure inaccessibile per i non autorizzati, Cappella S. Giorgio e via San Paolo.A giorni partirà l’ultima bonifica, quella dei Regi Lagni, il canalone di origine borbonica. Qui verrà sistemato anche il manto viario dalla Statale 87 fino alla masseria Mangone, Tutte queste opere sono a costo zero per il Comune in quanto finanziate dal Commissariato per l’Emergenza Rifiuti della Campania che ha stanziato circa 5 milioni di euro per Caivano.A realizzare le bonifiche varie ditte specializzate ed enti sovraccomunali: l’Igica Spa, società la cui maggioranza è detenuta dal Comune di Caivano, la Iacorossi, la Sogin, l’Agenzia Nazionale di Protezione Ambientale. L’Assessore all’Ambiente Luigi Falco, che dal 2001 si occupa di questi delicati problemi, ha detto: “abbiamo ereditato una situazione disastrosa, c’erano rifiuti e siti inquinati dappertutto ma siamo riusciti in pochi anni a riaprire, dopo due decenni, via San Paolo, a chiudere la zona Asi, a ripulire via S. Arcangelo, il sito di Cappella San Giorgio all’uscita della Nola-Villa Literno e i famosi cattivi odori ora non appestano più l’aria”.

29/11/05 - Formazione e borsa studio per i cittadini over 55

Il Comune di Caivano, l’associazione Ancescao e la Fosvi hanno organizzato un corso di formazione della durata di 150 ore, denominato “Invito alla Musica” e riservato alle persone anziane, che si terrà presso la sede centrale del municipio in piazza Cesare Battisti.
Il progetto si propone di promuovere le capacità di animazione musicale come strumento di comunicazione nei diversi contesti e situazione sociali e addestrare i partecipanti all’uso del computer e di internet. Al corso possono partecipare tutte le persone che abbiano almeno 55 anni, il bando prevede 20 posti, 12 dei quali riservati alle donne, per il principio delle pari opportunità, e 6 ai disoccupati di lungo corso. Tutti i venti partecipanti riceveranno una borsa di studio pari a trecento euro. “Questa iniziativa fa parte delle tante riservate alle fasce sociali più deboli che abbiamo messo in programma. Infatti i bandi spesso penalizzanno adulti ed anziani. Ultimamente si è provveduto ad organizzare anche una gita culturale nel Lazio” ha dichiarato il sindaco Domenico Semplice.

22/11/05 - "L’Ipogeo", convegno al castello con storici ed esperti

Giovedì 24 novembre 2005 alle ore 18.30, nella sala esposizioni al primo piano del Castello di Caivano, sede del Comune, si terrà un convegno dal tema "Un tesoro da non trascurare: L’Ipogeo di Caivano (I sec. d.C.)".
Moderato dallo storico Giacinto Libertini e presieduto dal sindaco di Caivano Domenico Semplice, interverrà il professor Carmine Colella dell’Università Federico II di Napoli e il presidente dell’Archeoclub di Atella Giuseppe Pedrocelli L’incontro è promosso dall’Istituto di Studi Atellani e dal Comune di Caivano nell’ambito del grosso contenitore culturale denominato “Passaggio a Nord Est: alla ricerca delle nostre radici”.Al termine della riunione sarà distribuito il pregevole volume, anche con immagini a colori, "L’Ipogeo di Caivano. Atti del Convegno di Caivano del 7 ottobre 2004", con tre documentati e interessanti articoli degli studiosi del centro di eccellenza per la restituzione computerizzata di manoscritti e monumenti della pittura antica. La pubblicazione, a cura dell’Istituto di Studi Atellani, è stata finanziata dal Comune di Caivano.

Leggi ulteriori notizie sull’Ipogeo dal sito dell’Istituto Studi Atellani