29/11/05 - Formazione e borsa studio per i cittadini over 55

Il Comune di Caivano, l’associazione Ancescao e la Fosvi hanno organizzato un corso di formazione della durata di 150 ore, denominato “Invito alla Musica” e riservato alle persone anziane, che si terrà presso la sede centrale del municipio in piazza Cesare Battisti.
Il progetto si propone di promuovere le capacità di animazione musicale come strumento di comunicazione nei diversi contesti e situazione sociali e addestrare i partecipanti all’uso del computer e di internet. Al corso possono partecipare tutte le persone che abbiano almeno 55 anni, il bando prevede 20 posti, 12 dei quali riservati alle donne, per il principio delle pari opportunità, e 6 ai disoccupati di lungo corso. Tutti i venti partecipanti riceveranno una borsa di studio pari a trecento euro. “Questa iniziativa fa parte delle tante riservate alle fasce sociali più deboli che abbiamo messo in programma. Infatti i bandi spesso penalizzanno adulti ed anziani. Ultimamente si è provveduto ad organizzare anche una gita culturale nel Lazio” ha dichiarato il sindaco Domenico Semplice.

23/11/05 - Completate le bonifiche dei siti inquinati sul territorio

Il sindaco Domenico Semplice e l’Assessore all’Ambiente Luigi Falco hanno reso noto che sono state quasi tutte completate le bonifiche previste nel protocollo d’intesa Comune-Regione stipulate nell’anno 2000 come opere compensative in cambio della presenza sul territorio di Caivano dell’impianto di Cdr.
A Caivano sono circa cento i siti dove c’era presenza di rifiuti altamente pericolosi per la salute pubblica. Le zone in cui maggiormente si è concentrata l’opera di bonifica sono via S. Arcangelo, ex ricettacolo di spazzatura anche ingombrante, la zona industriale, che da un anno è diventata pure inaccessibile per i non autorizzati, Cappella S. Giorgio e via San Paolo.A giorni partirà l’ultima bonifica, quella dei Regi Lagni, il canalone di origine borbonica. Qui verrà sistemato anche il manto viario dalla Statale 87 fino alla masseria Mangone, Tutte queste opere sono a costo zero per il Comune in quanto finanziate dal Commissariato per l’Emergenza Rifiuti della Campania che ha stanziato circa 5 milioni di euro per Caivano.A realizzare le bonifiche varie ditte specializzate ed enti sovraccomunali: l’Igica Spa, società la cui maggioranza è detenuta dal Comune di Caivano, la Iacorossi, la Sogin, l’Agenzia Nazionale di Protezione Ambientale. L’Assessore all’Ambiente Luigi Falco, che dal 2001 si occupa di questi delicati problemi, ha detto: “abbiamo ereditato una situazione disastrosa, c’erano rifiuti e siti inquinati dappertutto ma siamo riusciti in pochi anni a riaprire, dopo due decenni, via San Paolo, a chiudere la zona Asi, a ripulire via S. Arcangelo, il sito di Cappella San Giorgio all’uscita della Nola-Villa Literno e i famosi cattivi odori ora non appestano più l’aria”.

21/11/05 - Pubblicato bando lavori Infanzia Pascarola

Fare riferimento alla pagina Bandi di Gara per scaricare il documento.


22/11/05 - "L’Ipogeo", convegno al castello con storici ed esperti

Giovedì 24 novembre 2005 alle ore 18.30, nella sala esposizioni al primo piano del Castello di Caivano, sede del Comune, si terrà un convegno dal tema "Un tesoro da non trascurare: L’Ipogeo di Caivano (I sec. d.C.)".
Moderato dallo storico Giacinto Libertini e presieduto dal sindaco di Caivano Domenico Semplice, interverrà il professor Carmine Colella dell’Università Federico II di Napoli e il presidente dell’Archeoclub di Atella Giuseppe Pedrocelli L’incontro è promosso dall’Istituto di Studi Atellani e dal Comune di Caivano nell’ambito del grosso contenitore culturale denominato “Passaggio a Nord Est: alla ricerca delle nostre radici”.Al termine della riunione sarà distribuito il pregevole volume, anche con immagini a colori, "L’Ipogeo di Caivano. Atti del Convegno di Caivano del 7 ottobre 2004", con tre documentati e interessanti articoli degli studiosi del centro di eccellenza per la restituzione computerizzata di manoscritti e monumenti della pittura antica. La pubblicazione, a cura dell’Istituto di Studi Atellani, è stata finanziata dal Comune di Caivano.

Leggi ulteriori notizie sull’Ipogeo dal sito dell’Istituto Studi Atellani

19/11/05 - Progetto "Inmod": comuni contro dispersione scolastica

Partito il progetto “Inmod”, finanziato dall’Unione Europea, dalla Regione Campania e dal Ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali, che ha una duplice finalità: combattere la dispersione scolastica e recuperare i ragazzi che, una volta superata l’età dell’obbligo, a scuola non ci vanno affatto.
I comuni di Caivano, Casavatore e Arzano si sono uniti in rete ed hanno affidato a cinque consulenti specializzati l’opera di sensibilizzazione e recupero dei ragazzi segnalati, che hanno fra i 14 ed i 18 anni. Verranno attivati tre tipi di laboratori, scelti in base alle esigenze dei territori: moda e abbigliamento, agro-alimentare e commercio. “Il progetto Inmod di orientamento e formazione in età scolastica è un percorso alternativo di creatività e apprendimento utile per il futuro lavorativo pensato per chi si è allontanato dal mondo della scuola. Si può partecipare liberamente e gratuitamente ai laboratori creativi e ai corsi, ideati per coloro che sono dotati di molta fantasia”.Il Sindaco di Caivano Domenico Semplice ha dichiarato che “Il progetto Inmod è un ulteriore anello di quella rete immateriale di misure che si stanno adottando sul territorio di Caivano per elevare l’offerta di possibilità a disposizione dei cittadini, soprattutto per le fasce sociali più sensibili, per poter individuare un proprio percorso di crescita personale. Pertanto tale progetto si affianca a tutte le iniziative già messe in campo in questi ultimi tempi nel campo della formazione professionale, delle politiche sociali, delle politiche della sicurezza e così via. Inoltre saranno ancora più integrate nei due macroprogetti che l’Amministrazione di Caivano, di concerto con la Regione Campania e con l’ASL Napoli 3, sta progettando nel campo dell’età evolutiva”. L’infopoint è aperto a Caivano il lunedì e il venerdì dalle ore 9 alle 14 e dalle 15 alle 19, il mercoledì solo di mattina dalle 10 alle 12, presso la biblioteca comunale sita al pian terreno del castello medievale. La domenica lo stand informativo sarà presente, invece, in piazza Campiglione dalle ore 11 alle 13.30, il sabato dalle 9 alle 13.