08/06/05 - Dibattito progetto Legalità

Si conclude il progetto “Legalità” presso l’Istituto Comprensivo “Lorenzo Milani”. Giovedì 9 giugno si terrà infatti l’incontro “E’ ancora Costituzione” nell’auditorium della scuola a partire dalle ore 10.
Al dibattito, introdotto dalla dirigente scolastica Francesca Falco, parteciperanno Ermanno Corsi, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, l’avvocato Gerardo Marotta, presidente dell’Istituto Italiano Studi Filosofici e il sindaco di Caivano Domenico Semplice.A seguire gli alunni dell’Istituto terranno una rappresentazione teatrale “E’ ancora Costituzione”. Allestita anche una mostra fotografica sui protagonisti della nascita della Repubblica.“L’iniziativa – si legge nel depliant distribuito per l’evento - intende far riflettere sulle vicende italiane degli ultimi 60 anni, a partire dall’approvazione della nostra carta costituzionale, garanzia di giustizia, libertà, civile convivenza.
Trasmettere il messaggio che l’unità e la vittoria furono conquistate e si conquistano, giorno per giorno, sacrificando gli interessi particolari agli interessi della nazione”.“Compito della scuola – aggiunge la professoressa Francesca Falco – è coltivare la memoria, far rivivere questa realtà, difendere la costituzione che tanto sangue è costata da parte di coloro che hanno dato la vita per l’unità nazionale, la democrazia, la repubblica, il rispetto delle leggi. C’è tanto bisogno oggi di suscitare passione civile per scuotere soprattutto i giovani da questo torpore e motivarli alla partecipazione, perché la partecipazione è autentica democrazia”.

Fonte: Caserta News

07/06/05 - Referendum, convegno promosso dal Forum

Si avvicina il referendum sulla fecondazione assistita e si intensificano, quindi, incontri e dibattiti.
Il 5 giugno 2005 presso l’auditorium dell’Istituto Comprensivo “Lorenzo Milani”, si è tenuta una discussione sul tema intitolata “Libertà o Coscienza?” curata dal Forum della Gioventù del Comune, un organismo democraticamente eletto da tutti i giovani residenti in città. All’incontro, che iniziato alle ore 9.30, sono intervenuti il senatore diessino Massimo Villone, il consigliere regionale dell’Italia dei Valori Nicola Marrazzo, il dottorando di ricerca bioetica Antonio Esposito, il membro dell’Ucim Falomi Sanclito, il presidente del medici di Aversa Antonio Menditto e il giurista del comitato “Scienza e Vita” Arcangelo Annunziata; moderatrice Giusy Amabile, vicecoordinatrice del Forum della Gioventù.
“Abbiamo organizzato questo dibattito – spiega Pasquale Ristorato, coordinatore del Forum – perché le persone, prima di votare, hanno il diritto di conoscere bene questa complessa materia su cui si andranno ad esprimere”.

Fonte: Caserta24Ore -

06/06/05 - Sgomberato un campo rom sulla Sannitica

Si è concluso questa mattina lo sgombero di un campo nomadi abusivo situato su un terreno di proprietà del Comune, adiacente alla strada statale sannitica 87, in direzione di Caserta. Si tratta dello stesso campo dove settimane fa si sviluppò un incendio che causò il ferimento grave di due persone. In un appezzamento di terreno era stipati circa 120 rumeni. L’ordinanza di sgombero è stata firmata dal primo cittadino Domenico Semplice.
I rom erano in baracche senza acqua e servizi igienici, posizionati fra l’altro vicino ad un pericoloso traliccio dell’alta tensione. L’operazione, che fa seguito a quella di aprile relativa al campo che era situato sulla stessa strada all’altezza della cosiddetta “curva di Pascarola”, si è svolta senza nessun incidente. I nomadi hanno abbandonato il campo senza problemi, anche perché lo sgombero è stato ordinato proprio per tutelare lo stato di salute e l’incolumità degli abitanti del campo. “Non è stata un’operazione repressiva - ha spiegato l’Assessore alla Polizia Urbana, Nino Esposito – il motivo che ci ha spinti all’azione sono le drammatiche condizioni in cui vivevano i rom. E l’Amministrazione non risolve il problema spostando da una zona all’altra i rom, il nostro Comune è l’unico che ha sul suo territorio un campo nomadi attrezzato con tutti i servizi necessari dove sono ospitati centoventi rom regolarmente censiti i cui piccoli frequentano da anni le scuole caivanesi”. “Dobbiamo dare una risposta di civiltà al problema – ha concluso l’Assessore - Propongo quindi l’istituzione di un tavolo provinciale intercomunale. Basterebbe che ogni Comune costruisse un campo come abbiamo fatto noi e risolveremo definitivamente la questione”. Fonte: Caserta24ore.it

07/06/05 - L’ex mattatoio diventa un’area giochi per i bambini

In mattinata c’è stata anche la cerimonia ufficiale di consegna. L’ex macello comunale di via Giambattista Vico, che fino a pochi mesi era la sede del comando di polizia locale, è stato consegnato ai servizi sociali del Comune di Caivano.

mattatoio.jpgIn mattinata c’è stata anche la cerimonia ufficiale di consegna. E’ il 6^ settore, guidato dal funzionario Vito Coppola, nell’ambito del progetto ?La casa di tutti?, relativo al piano sociale di zona contemplato dalla legge 3282000 l’ha così destinato ai piccoli più sfortunati.Nella struttura, infatti, sono stati già installati alcuni tabelloni per la pallacanestro e delle reti per giocare a pallavolo. Fra poco saranno ubicati anche dei pupazzi giganti di sette metri di altezza per renderla un vero e proprio parco per i piccoli a rischio. Ha così commentato l’Assessore ai Servizi Sociali Arcangelo D’Isa, presente all’evento: ?la manifestazione organizzata nell’ambito della legge 328 ha voluto essere un momento di incontro e socializzazione fra i bambini nonché un’occasione per restituire un’area pubblica ai cittadini?. ?L’iniziativa «la casa di tutti» - ha aggiunto Vito Coppola, responsabile del 6^ settore del Comune di Caivano - è un risultato importante da cui partire per costruire dei veri percorsi di risocializzazione e ridurre il disagio sociale?.Nel progetto sono coinvolti anche i comuni di Afragola, Cardito e Crispano, le cooperative sociali Il Millepiedi e Shalom, l’associazione Paidea e l’Olimpia Sport.

05/06/05 - Moda: Grande Appuntamento!

Domenica 5 giugno alle ore 20.00
Grande appuntamento con la moda in città.
Si terrà, infatti la 3^ edizione di “Caivano Moda - Sfilata Estate 2005”, evento organizzato dall’associazione socio-culturale “Freepress” in collaborazione col Comune di Caivano nell’ambito del grande contenitore culturale denominato “Passaggio a Nord-Est”. La serata, curata da Michele Trasparente e Pietro Sciarra, sarà presentata da Anthony Palmieri fra le splendide coreografie preparate da Benny Finale. Gli spettatori, circa un migliaio nelle edizioni 2003 e 2004, potranno ammirare costumi da bagno, abiti da sposa, camicie, calzature, occhiali, articoli per parrucchieri, abbigliamento per bambini.Dalla lunga passerella, che partirà dalla suggestiva entrata del castello medievale di Caivano, arriveranno sul grande palco di Piazza Cesare Battisti modelli e modelle tra cui la splendida Ilaria Vitagliano, già finalista a Miss Italia nel 2004 e partecipante fissa del fortunato programma televisivo di Lino D’Angiò e Loredana Lecciso “Facciamo… piazza pulita”, Paola Mercuri, Anna Matarazzo, Francesca Topo, Annarita Ghindemi e Giovanna Monfrecola.L’intrattenimento sarà curato dalla scuola di ballo caivanese “Evento Latino” del maestro Maurizio Finizio. In prima fila ad assistere alla sfilata ci saranno il sindaco di Caivano Domenico Semplice, l’Assessore alla Cultura Franco Palmiero, il viceprefetto Angelo Savino, l’organizzatrice di varie selezioni di miss Italia in Campania Cettina Pillitteri e vari giornalisti.